Ultima modifica: 1 dicembre 2017
Istituto d'Istruzione Secondaria G.Torno > Docenti > La Geopolitica in un gioco di ruolo

La Geopolitica in un gioco di ruolo

Nei giorni 20, 23 e 24 novembre le classi 2° F Afm e 2° A afm hanno partecipato ad un gioco di ruolo sulla ricchezza e povertà nel mondo

(scritto-da-noi)

Nei giorni 20, 23 e 24 novembre le classi 2° F Afm e 2° A afm hanno partecipato ad un gioco di ruolo sulla ricchezza e povertà nel mondo.

Inizialmente tutti i ragazzi sono stati divisi in quattro gruppi. Il primo riuniva i paesi più ricchi e sviluppati, l’ultimo quelli più poveri. Il secondo e il terzo quelli intermedi.  Il gioco consisteva nello scambiarsi elementi utili come risorse, ricchezze, materie prime (carte bonus) e elementi dannosi come inquinamento, rifiuti (carte  malus). Il gruppo che fosse risultato più ricco alla fine del gioco, avrebbe vinto.

Ogni gruppo, prima di iniziare il gioco, ha dovuto decidere il proprio ordinamento politico, scegliendo tra ‘democrazia’, ‘aristocrazia’, ‘monarchia’. Successivamente sono stati nominati il Ministro degli Esteri, il Presidente, e il Portavoce.  I Presidenti si sono poi incontrati in un ‘summit’, nel quale hanno spiegato le loro strategie politiche alla stampa che ha posto loro delle domande.

I ragazzi hanno trovato questo gioco molto interessante perché hanno avuto modo di capire come agiscono le potenze mondiali. La stampa ha infatti smascherato le vere intenzioni dei Presidenti, che erano quelle di allearsi con le potenze più forti economicamente e di vincere così il gioco.

Secondo il prof Andrea Iomini, responsabile dell’attività insieme alle prof Silvia Cella e Chiara Pedretti e autore del gioco (disegni delle carte compresi!), tutti ragazzi sono stati molto partecipi e hanno collaborato con grande entusiasmo.

Pasquale Calabria, Alessandra Cattaneo, Giulia Marcora, Aurora Magni 2° F afm