Ultima modifica: 19 novembre 2018
Istituto d'Istruzione Secondaria G.Torno > Docenti > Inaugurazione del corso “Chimica e Biotecnologie Sanitarie” e Conferenza “Dalla Chimica Analitica alla Biocristallografia di proteine”

Inaugurazione del corso “Chimica e Biotecnologie Sanitarie” e Conferenza “Dalla Chimica Analitica alla Biocristallografia di proteine”

Incontro con Silvia Garavaglia, ex-studentessa del nostro Istituto e ora titolare del corso di Biologia Strutturale presso il Dipartimento di Scienze del Farmaco, Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”

Il giorno 17 novembre per l’inaugurazione dell’indirizzo ‘Chimica e Biotecnologie Sanitarie’ si è tenuto un incontro con Silvia Garavaglia, ex-studentessa del nostro Istituto e ora titolare del corso di Biologia Strutturale presso il Dipartimento di Scienze del Farmaco, Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”.

 

Silvia ha raccontato brevemente il suo percorso di studi, spiegando come in realtà a posteriori sembri un insieme di salti nel buio, a cominciare dal 1989 quando ha scelto, da Mesero, di iscriversi a Castano Primo all’indirizzo Chimico Biologico, perché affascinata da quello che aveva letto sulla brochure datole nella sua scuola media, e nonostante il parere sfavorevole dei suoi genitori e la totale mancanza di mezzi pubblici. Partiva da casa in bici, alle sei del mattino, per andare a Inveruno a prendere il pullman per venire fino da noi…

Altro salto impegnativo quando ha deciso di iscriversi a Scienze Biologiche a Pavia, frequentando uno dei prestigiosi collegi per studenti meritevoli, e guadagnandosi il diritto di entrare in quel collegio – a suo dire -proprio grazie alla preparazione che aveva avuto al Torno.

Ora lavora all’Università del Piemonte Orientale, facoltà di Scienza del Farmaco, e il suo lavoro le consente di unire le passioni scientifiche della sua vita: la biologia e la chimica analitica, grazie alla cristallografia di proteine. Sfide interessanti che stanno permettendo al suo gruppo di lavoro di mettere a punto, grazie a collaborazioni internazionali, un farmaco attivo sul glioma, un tumore tra i più devastanti con un indice di sopravvivenza dopo cinque anni del 5%.

Ha quindi invitato i ragazzi a studiare con impegno tutte le materie, perché con il procedere della sua carriera universitaria si sta rendendo conto che esistono interconnessioni anche fra gli argomenti apparentemente molto lontani fra di loro. ‘La malaria’ di Verga, ‘La montagna incantata’ di Mann e la tubercolosi, ‘Il sistema periodico’ di Primo Levi, solo per citare alcuni testi, fanno parte integrante del suo sapere.

Grandi applausi e massima attenzione in Aula Magna; hanno assistito le 5°B e D chimico, le 5° del Liceo Scientifico, ma anche i primini dell’indirizzo biotecnologico.

 

Donatella Barbieri

 

Foto di Francesco M. Bienati

Guarda l’intervista a cura del Corriere Altomilanese




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi